L’allenamento che fa la differenza

37094467_s

27 giu L’allenamento che fa la differenza

Mary Abruscato Personal Trainer ci darà qualche consiglio utile per un’allenamento base contro gli inestetismi della cellulite. Mary Abruscato, nota personal trainer, specializzata in protocolli di allenamento anticellulite, ci consiglia un allenamento da fare da soli in casa almeno 2/3 volte a settimana. Da esperienze personali, suffragate da molteplici studi presenti in letteratura, posso dire che nella stesura di un piano di allenamento per un soggetto che si presenta da me in presenza di cellulite si dovrà attendere alle seguenti linee guida.  Programmare 20’ di attività almeno due o tre volte a settimana, che parta dal 65% di frequenza cardiaca, fino ad arrivare al 75%.  Creare allenamenti per rassodare che producono acido lattico in maniera minima.  Allenare la propriocettivitá.  Creare momenti di defaticamento e di richiamo dei liquidi dopo un lavoro con gli arti inferiori. Rispettare le tre fasi che compongono un allenamento (riscaldamento, fase centrale, defaticamento).  Ora visto che tutto questo si ottiene allenandosi con un personal trainer certificato, per ora vi lascio solo un esempio di allenamento aspecifico molto utile per chi soffre di cellulite, da poter ripetere, in casa, almeno due o tre volte la settimana. Ricordate di rispettare il riposo, l’iper allenamento provoca un eccesso di cortisolo, e credo che non ci sia più bisogno di ripetervi quanto sia importante mantenere la giusta regolazione di quest’ormone per chi soffre di cellulite, e non solo.  Un esempio di allenamento con esercizi per rassodare ed anticellulite potrebbe essere il seguente: Squadra gambe all’aria;

— Riscaldamento: Saltelli sul posto a gambe alternate (jumping jack) oppure camminata veloce sul tapis roulant;

— Attivazione addome con Ponte gomiti a terra 40”;

— Piegamenti braccia con ginocchia in appoggio al pavimento 1×15;

— Squadra gambe all’aria 1’;

— Affondi posteriori gambe con tappetino arrotolato sotto i piedi 1x8per gamba;

— Addominali ponte laterale con gomito a terra 40″per lato;

— Bici gambe all’aria 1’;

— Squat punte leggermente aperte 1×20;

— Addominali crunch con pallina stretta tra le ginocchia 1×15;

— Braccia Spinte in alto 1×15;

— Ripetere il circuito per due volte e successivamente anche tre volte;

— Defaticamento con camminata;

— Mobilità caviglie (punta martello);

— Squadra gambe all’aria 3.

(scritto da Mary Abruscato Personal Trainer  info: mary.ab@me.com)